Consulente del lavoro oppure commercialista

Per i professionisti del lavoro
Ospite enna

Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Ospite enna » 22/11/2009, 13:44

Consulente del lavoro vs commercialista?
Mi è sorto un piccolo dubbio riguardo al mio futuro, allora io sono laureato in Economia aziendalealla Facoltà di economia e sto facendo la specialistica, ho saputo che già con la triennale posso iniziare il praticantato biennale per la professione del Consulente del Lavoro, mentre, qualora volessi fare il Commercialista, mi occorrerebbero 3 anni di praticantato.


Premetto che la professione del Consulente del Lavoro mi attira di più perchè oltre a fare buste paga si occupa della Gestione del Personale e di informare le imprese sulla normativa giuslavoristica, pero' si dice che la professione del Commercialista sia più prestigiosa e la sto rivalutando parecchio. in quanto nello studio dove svolgo attualmente pratica di consulente del lavoro sto facendo solo contabilità e mi sta ispirando parecchio.

Sto a questo punto valutando se cambiare praticantato passando a quello dei dottori commercialisti in quanto la professione dle Consulente del Lavoro puo' essere esercitata anche da Commercialisti e da Avvocati, quindi potrei prenderla in futuro o comunque specializzarmi su quel campo successivamente.

Voi che ne dite ?
Marco77
Abituale
Abituale
Messaggi: 28
Iscritto il: 15/06/2009, 12:30

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Marco77 » 22/11/2009, 18:38

Considera che l'avvio di un'attività autonoma è cmq molto difficile, secondo me dipende da quello che ti piace di più...prova a dare un occhiata alle materie in cui è riconosciuta competenza ai dottori commercialisti (su www.cndcec.it al link riforma del tirocinio professionale trovi tutto); io sono molto affascinato da quelle materie e anche la preparazione all'esame mi ha stimolato parecchio(finanza e mercati azionari in particolare...anche se nella pratica di tutti i giorni si ha a che fare con contabilità e problematiche fiscali...)
Se si ha la possibilità secondo me è fondamentale provare a fare quello che attira e affascina di più
Ospite

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Ospite » 22/11/2009, 19:35

ti ringrazio per l'intervento.Il problema è capire cosa mi piace di più veramente.Sono confuso solo per questo
Avatar utente
eli_moon2
Abituale
Abituale
Messaggi: 51
Iscritto il: 10/02/2009, 19:02

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda eli_moon2 » 27/11/2009, 12:32

Beh, ti posso dire che sono 2 lavori completamente diversi!! Se dai l'esame da commercialista, ed hai fatto anche pratica come consulente, cmq, puoi esercitarli entrambi!!
Io ho fatto pratica dal consulente durante la triennale, e praticante commercialista durante la specialistica. Tutta 1 altra cosa!! Cmq considera la contabilità è solo 1 minima parte del lavoro del commercialista!!
Avatar utente
Contabile
Team
Team
Messaggi: 642
Iscritto il: 09/11/2009, 18:23

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Contabile » 27/11/2009, 17:12

Ciao ospiteenna.

Mi limito a dirti che condivido quanto analizzato dagli amici del CT nell'analogo post.
Aiutateci. Basta poco per farlo. Grazie.
Il 5 per mille a ENTE MORALE FONDAZIONE FAMIGLIA GERMANO' ONLUS
95001610807
Ospite

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Ospite » 26/02/2010, 12:44

Un commercialista e abilitato ad inviare comunicazioni all'inail o devono per forza essere sottoscritte da un consulente del lavoro?
listacommercia

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda listacommercia » 28/02/2010, 11:48

un commercialista può fare tutto, proprio tutto, parlo degli adempimenti per la gestione del personale, basta fare una semplice comunicazione alla DPL nella quale si dichiara di occuparsi anche di lavoro. Poi, ovvio é, che il commercialista per fare questa cose deve saperle fare............ma questo é un altro discorso.
Io, che sono commercialista, mi occupo anche di lavoro per i miei clienti (faccio buste paga e consulenza del lavoro) anche se in maniera molto molto residuale.............sono anni che lo faccio e non ho mai avuto problemi (anzi, molte aziende non contente del loro consulente del lavoro mi hanno, in passato, chiesto se volessi accettare l'incarico per la sola consulenza del lavoro ma io ho sempre rifiutato perché é un servizio, ripeto, residuale che faccio solo ai miei clienti (per i quali tengo contabilità o faccio consulenza fiscale) e non voglio trasformarmi in un consulente del lavoro a tempo pieno.
Quindi, vai tranquillo. L'importante é essere ben coscienti di quello che si sta facendo, poi con l'esperienza e sbattendoci la testa sopra si impara!. Altro che pratica etc etc, bisogna buttarsi (sempre con responsabilità, ovvio), sbatterci la testa sui problemi da risolvere, e una volta fatta questa trafila le cose restano.
Ospite

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda Ospite » 01/03/2010, 17:07

Pongo la domanda contraria?
Un consulente del lavoro puo' fare consulenza fiscale?
ralph
Abituale
Abituale
Messaggi: 29
Iscritto il: 02/09/2012, 10:53

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda ralph » 27/05/2013, 9:15

Anche se mi rendo conto di rispondere a questa domanda dopo anni, ma visto che nessuno si è preoccupato di fornire una risposta, e siccome per chiudere l'argomento ritengo giusto darla, senza alcuna polemica verso i colleghi Dottori Commercialisti, che hanno puntualizzato nei post precedenti, che inoltrando la comunicazione alla DPL possono tranquillamente svolgere la consulenza del lavoro, voglio ribadire che è altrettanto vero che i Consulenti del Lavoro, sono assolutamente abilitati alla consulenza fiscale totale, non perché lo ha ribadito la consolidata giurisprudenza costituzionale e di cassazione (ma sinceramente non ne capisco la necessità, anche perché dall'altra parte non c'è bisogno di ricordare puntualmente ogni volta che si può esercitare la consulenza del lavoro), non perché vi è il pieno patrocinio dei Consulenti del Lavoro in commissione tributaria come i colleghi Dottori Commercialisti, ma semplicemente perché, e forse qualcuno lo dimentica, in sede di esame di stato per l'abilitazione l'aspirante Consulente del Lavoro deve sostenere un esame scritto e orale in diritto tributario, e forse qualcuno ogni tanto lo dimentica, e considerando la selettività dell'esame in questione, si abilitano a seconda delle sessioni e delle sedi dal 20% al 40% degli aspiranti, mi sembra che non sia proprio una cosa da poco. Quello che non capisco è: perché viene posta sempre la stessa domanda, e siamo costretti a rispondere continuamente e sistematicamente: si. Per i colleghi Dottori Commercialisti, vale lo stesso discorso al contrario naturalmente, in quanto nelle materie contemplate del loro esame di stato vi sono anche il Diritto del Lavoro e il Diritto della Previdenza Sociale. Ciao a tutti.
Consulente del lavoro abilitato
CdlDominici
Affezionato
Affezionato
Messaggi: 84
Iscritto il: 27/01/2013, 20:49

Re: Consulente del lavoro oppure commercialista

Messaggioda CdlDominici » 27/05/2013, 15:55

Il commercialista fa il Consulente è.

Torna a “Consulente del lavoro”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite