Primo balzo di Garanzia Giovani

0
707

Sono poco più di 38mila, 38.127 per l’esattezza, le domande presentate nei primi cinque mesi dell’anno dai datori di lavoro per ottenere l’«incentivo Occupazione» (fino a 8.060 euro per un’assunzione stabile, 4.030 per una a termine) rivolto agli under29 «Neet» di Garanzia giovani; di queste il 64,5%, vale dire 24.586 istanze, sono state confermate dall’Inps, diventando, quindi, veri e propri rapporti d’impiego. Oltre la metà dei contratti “agevolati” sono apprendistati professionalizzanti; il 30% a termine; il restante 20% a tempo indeterminato (i rapporti fissi hanno interessato prevalentemente la fascia d’età tra i 25 e i 29 anni. Dopo un esordio piuttosto complicato (da maggio 2014 a marzo 2016 erano stati firmati appena 30mila contratti con lo sgravio contributivo), e una prima semplificazione (a fine 2016 il numero di domande era cresciuto, attestandosi intorno alle 60mila unità) il governo Renzi decise, allora, di proseguire nell’incentivo per gli under29 in condizione di difficoltà (in vista della “fase 2” di rilancio di Youth Guarantee), mettendo sul piatto, da gennaio, 200 milioni.
Fonte: Il sole 24 ore
Leggi l’articolo

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here