Il fondo sociale ha aiutato 9,4 milioni di europei a trovare un lavoro. In Italia forse solo 367 mila

0
1209

Nell’Unione europea almeno 9,4 milioni di persone, nel periodo 2007-2014, hanno trovato un lavoro anche grazie agli interventi attivati con contributi erogati dal Fondo sociale europeo (Fse). Altri 8,7 milioni di persone hanno ottenuto un diploma o una certificazione delle competenze, 13,7 milioni ritengono di aver comunque ottenuto risultati positivi, quali un miglioramento delle competenze.
Questi i numeri che sintetizzano i risultati raggiunti dal Fondo contenuti nella relazione della valutazione degli investimenti pubblicata ieri dalla Commissione europea. Il Fondo è il principale strumento dell’Unione per quanto riguarda gli investimenti nel capitale umano, più precisamente per promuovere l’occupazione e l’inclusione sociale.
I 9,4 milioni di persone che hanno trovato un impiego sono sparsi nei 28 Stati che compongono l’unione. Quelli residenti in Italia, però, forse sono solo 367.458. La formula dubitativa è d’obbligo perché, come riportato a pagina 50 del documento di sintesi del rapporto, l’Italia è tra i pochi Paesi che non hanno fornito dati attendibili, nemmeno dopo essere stati sollecitati a farlo. Tuttavia, il numero effettivo dovrebbe essere più alto. Così, oltre a un risultato sul fronte occupazionale che è analogo a quello dell’Austria, dove però gli abitanti sono 8,5 milioni rispetto ai nostri 60 milioni, nella tabella dei risultati possiamo vantare un bello zero per l’ottenimento di diplomi o certificazioni e zero per il miglioramento delle competenze. In Spagna, tanto per avere un’idea, le persone inserite nel mondo del lavoro sono state 3,1 milioni, nel Regno Unito 1,2 milioni, in Polonia 1,1 milioni.
Leggi l’articolo
Fonte: Il sole 24 ore

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here