Praticanti avvocati: le nuove regole sul tirocinio

0
760

Il tirocinio forense si innova ed “esce”, per un periodo massimo di 12 mesi, dagli studi legali. Infatti, pur confermando la durata di 18 mesi, il Decreto del Ministero della Giustizia n. 70, pubblicato sulla G.U. del 19 maggio 2016, concede ai praticanti avvocati la facoltà di inglobare un semestre di tirocinio nell’ultimo anno accademico e, ulteriormente, di svolgere un altro semestre presso un altro Stato UE.
Il provvedimento trova applicazione per tutti i tirocini con data iniziale, pari o successiva, al 3 giugno 2016 mentre, per quelli già in essere a tale data, continua ad applicarsi previgente disciplina, fermo restando il periodo di durata di 18 mesi, nonché la facoltà, per il praticante, di avvalersi delle suaccennate modalità alternative di svolgimento.
Tra le innovazioni, si segnala lo svolgimento della pratica professionale contestualmente all’attività di lavoro, pubblico o privato. Al Consiglio dell’Ordine competente è rimesso l’accertamento di un eventuale conflitto di interesse, il quale comporterà, in ipotesi, il diniego dell’iscrizione, ovvero la cancellazione dal registro dei praticanti, se l’impiego abbia avuto inizio in costanza di tirocinio.
Leggi l’articolo
Fonte: Altalex

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here