L’Italia degli escamotage, sulla pelle di chi lavora

0
645

Qualità, dignità e professionalità dovrebbero andare a braccetto con il lavoro. Ancora di più in un settore come il turismo, dove il rapporto con il cliente e la sua soddisfazione sono determinanti. Ma in Italia ormai non è più così. Si dà la colpa alla crisi e alla necessità di tagliare i costi. La realtà, invece, è che la crisi economica che ha investito anche il nostro paese ha portato a galla tante brutte abitudini, tanti risvolti negativi di un settore che, visto il suo patrimonio naturale, artistico e culturale, potrebbe fare da traino per tutta l’economia. In una fase di benessere, episodi di malagestione o furbeschi escamotage retributivi, riescono a confondersi in un ampio calderone, ma in un periodo difficile come l’attuale, durante il quale diminuiscono viaggi e turisti, e quindi introiti, non ci si può più nascondere.
Rassegna.it

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here