Pensioni: Fornero: ” ecco i nuovi meccanismi per uscire dal lavoro”

0
431

La riforma delle pensioni prevede un aumento generalizzato dell’età per la pensione. A regime si dovrà stare al lavoro fino a 67 anni e oltre. Si stanno valutando strumenti per facilitare imprese e lavoratori?
La risposta del ministro del Welfare Elsa Fornero:
“Sono consapevole che l’innalzamento dei requisiti di età per l’accesso al pensionamento avrà importanti implicazioni organizzative per la gestione del personale nelle imprese. Si tratta indubbiamente di una rivoluzione epocale che però ha tutti i presupposti per dare buoni frutti. La collaborazione tra generazioni sul posto di lavoro si sta infatti dimostrando un reale valore aggiunto. Sempre più numerosi studi empirici attestano come l’esperienza degli anziani completa in modo proficuo la maggior dimestichezza dei giovani con le nuove tecnologie. I team intergenerazionali mostrano performance superiori a quelli composti da soli giovani, e questo fa ben sperare. Per far fronte ai casi in cui la presenza di lavoratori anziani non sia compatibile con le esigenze produttive, stiamo invece pensando di incentivare meccanismi di solidarietà espansiva che consentano loro di accedere al pensionamento in modo graduale, magari passando a forme di lavoro part-time e dedicando gli ultimi anni di lavoro a trasmettere ai nuovi assunti le competenze accumulate nel corso della propria carriera.
Infine, sempre a tutela dei lavoratori ultracinquantenni, il disegno di legge sul lavoro prevede la definizione di una cornice giuridica per gli esodi dei lavoratori con costi a carico dei datori di lavoro – sulla falsa riga di quanto previsto dai fondi di solidarietà ex legge 662/1996 – e agevolazioni contributive per il reinserimento lavorativo di coloro che perdono il posto”.
Fonte: IlSole24ore.it

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here