Busta paga addio: ecco cosa cambia

0
850

La “vecchia” e cara busta paga ha i giorni contanti. A dirlo è il maxiemendamento al ddl di stabilità, che desidera snellire questa pur importante parte della gestione del rapporto di lavoro subordinato. Il cedolino potrà infatti essere consegnato anche dopo l’erogazione della remunerazione (fino a un massimo di tre giorni) e potrà altresì essere inviato in maniera telematica anzichè cartacea. Ma non è tutto. L’obbligo di consegna è infatti esteso a tutti i lavoratori subordinati, e non più impiegati e operati come accadeva oggi: a interessare la novità saranno infatti anche i collaboratori coordinati e continuativi e gli associati con contratti di partecipazione con apporto lavorativo.
Il datore di lavoro che non rispetterà quanto previsto nelle innovazioni contenute nel maxiemendamento, rischia una multa da 125 a 770 euro, che possono giungere fino a 1.000 euro in caso di mancanza riguardante più di 5 lavoratori o più di 5 mensilità, e fino a 1.500 euro se riguarda più di 10 lavoratori o più di 10 mensili.

Leggi l’articolo completo su ItaliaOggi

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here