A piazza affari la svolta è lontana

0
842

Il quadro macro dell’Italia è sempre più preoccupante. A luglio l’indice destagionalizzato della produzione industriale è sceso infatti dello 0,7% su base mensile, confermando il trend negativo già visto a giugno (-0,8%). Su base annua è stata registrata, secondo i dati Istat, una contrazione – la prima dal dicembre 2009 – dell’1,6%, un dato molto peggiore rispetto alle attese degli economisti che indicavano un aumento dello 0,6% su anno.
Inoltre, secondo l’Ocse, nel terzo trimestre del 2011 il Pil italiano si contrarrà dello 0,1%, per poi aumentare dello 0,1% nel quarto. La differenza con quanto atteso in media per i Paesi del G7 è marcata: negli stessi trimestri, infatti, la crescita delle grandi economie è stimata a +1,6% e +0,2 per cento.
Fonte: IlSole24ore.com

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here